NEWS

12/17/2017

Il Ministro per lo Sport risponde alla lettera di Renato Miele

 

15/11/2017

Renato Miele su SPORTITALIA

Comunicazioni

Sono iniziate le selezioni di atleti per la stagione sportiva 2018-2019.

Per informazioni clicca qui

III Categoria

Indirizzo Campo

Risultati

Prossima Giornata

-243Giorni -14Ore -17Minuti -5Secondi
-243Giorni -14Ore -17Minuti -5Secondi

LETTERE RICEVUTE


 Cara Vigor Mellis, 

                                          si è concluso domenica,con il rientro in tarda mattinata a Roma, il ritiro della A.S.D. Vigor Mellis. Sede della preparazione pre-campionato per il terzo anno consecutivo è stata l’accogliente cittadina di Frosolone, piccolo comune della Provincia di Isernia, che ha ospitato dal 25 agosto al 2 settembre gli atleti, sia della seconda categoria che della 3.cat. Under 21, della squadra dell’ex biancoceleste Renato Miele (presidente onorario e ideatore di questa società sportiva al suo terzo anno di attività). Sono stati nove giorni di duro e intenso lavoro:allenamenti mattutini svolti in montagna(1500m di altura) epalestra e sedute pomeridiane sul campo di Frosolonehanno tenuto impegnati e fatto sudare i ragazzi della Vigor Mellis, davanti agli occhi attenti di Ugo Donatiello(allenatore della prima squadra), Renato Miele e del preparatore atletico locale Alberto Conte. Nel corso del ritiro la squadra romana ha disputato anche tre gare amichevoli con formazioni locali, militanti in 1° e 2° categoria, riuscendo a rimanere imbattuta grazie a due vittorie( rispettivamente per 2 – 0 e 4 – 0 contro l’Atletico San Pietro in Valle e il Torella) e uno scoppiettante pareggio( 2-2 contro il Civitanova del Sannio). Oltre ad essere stato un primo passo fondamentale per affrontare al meglio la nuova stagione, che vedrà la prima squadra della società di Via Largo della Gancia affrontare una nuova realtà, la seconda categoria, a cui si dovrà subito abituare, questo ritiro è stato soprattutto un’ importante esperienza di vita,che ha dato l’opportunità a tutti i componenti della squadra (giocatori e staff) di saldare ulteriormente i loro rapporti, conoscersi meglioe vivere a stretto contatto queste faticose ma divertenti giornate molisane che scommettiamo rimarranno sempre ben vive nei ricordi di chi vi ha preso parte.

Walter Stefanini


 Cara Vigor Mellis,

                                       si sa che quando hai tante emozioni da raccontare non sai mai da dove partire. E in un ritiro bello come quello affrontato dalla nostra squadra a Frosolone di emozioni se ne sono vissute parecchie.
Forse ciò che merita di essere ricordato per primo è lo spirito di squadra che mai avrei creduto di trovare all’interno di questo gruppo. Vivere a contatto 24 ore su 24 con i compagni, sudare insieme a loro, divertirsi e lavorare sodo per un’unica passione, quella del calcio, ha fatto si che ci togliessimo parecchie soddisfazioni tra i monti del Molise. I tre risultati più che positivi nelle tre amichevoli affrontate non sono solo una coincidenza: in campo si vedeva una squadra pronta a scontrarsi a viso aperto con qualsiasi compagine, senza paura o timore referenziale verso chi i campi della Seconda e della Prima Categoria li calpesta già da un po’. Se il buongiorno si vede dal mattino, il ritiro è stato davvero un bel risveglio. Forse non così bello per i muscoli, imballati e arrugginiti dalle calde spiagge estive e dal dolce far niente. Nessuna paura: ci ha pensato Alberto (il nostro preparatore atletico), tra carichi pesanti in palestra e corse tra le montagne. Non ho mai visto nessun compagno che si lamentasse, che fosse arrabbiato o triste,l’atmosfera allegra ci accompagnava anche quando pioveva, quando c’era un sole bruciante o quando quei dieci metri alla fine della corsa sembravano un chilometro. Tutto questo, unito alla grande pazienza di Enzo Sisti e ad un’ottima organizzazione, ha creato il mix perfetto per una squadra sensazionale. Arriveranno nuovi giocatori, tante cose cambieranno da qui a giugno, si spera in positivo, ma resterò sempre dell’idea che tra i monti del Molise si ricorderanno di quei sedici ragazzi, che col sorriso sulla bocca e la battuta sempre pronta, hanno dimostrato di essere imbattibili, quadrati, organizzati e cinici in campo. Siamo ritornati a Roma come eravamo partiti: col sorriso. Tra quei monti riecheggia la nostra canzone, Marina Marina Marina…Bentornata Vigor Mellis.

                                                                                                                                                                                                                       Fabio Clarizio


Cara Vigor Mellis, 

                                       ti voglio raccontare di una partita anzi della “partita”, che rimarrà nei ricordi di tutta la squadra. Era il 27 Novembre dell’anno scorso, scendevamo in campo a Priverno, per la settima giornata di campionato, contro la squadra locale. Mi ricordo che in pullman il morale non era dei migliori: venivamo da tre sconfitte consecutive, la classifica piangeva e andavamo a giocare contro la seconda classificata con solo 13 giocatori a disposizione, tre infortuni, squalifiche e “altro”. Bè cara Vigor Mellis, non so cosa sia successo, ma durante il viaggio nei nostri discorsi la voglia di vincere prese il posto dello scetticismo e della paura iniziale; siamo scesi da quel pullman carichi, sapevamo che avevamo l’occasione di fare la “partita perfetta” quella che ogni giocatore sogna di vivere. Siamo riusciti a portare a casa i 3 punti, vincendo per 2 a 1: a fare la dilferenza non sono state le gambe, la tecnica, la tattica, ma la determinazione, la grinta di Giulio, Matteo, Leonardo, la corsa e i goal di Simone e Tommaso (ribattezzato da quel giorno “l’eroe di Priverno”, per lui un assist e un goal) e il cuore di lottare su ogni pallone di Emanuele e del nostro capitano Alessandro che, subentrato dalla panchina, giocava con uno strappo al quadricipite (sfiorando un goal che avrebbe avuto del clamoroso). Infine la voglia di raggiungere tutti insieme (giocatori, mister, dirigenti) un unico e semplice obiettivo: la vittoria, indimenticabile la gioia immensa provata durante il ritorno a casa in quel pullman, dove noi non c’eravamo resi conto che avevamo già vinto la partita prima di scendere in campo.

Un abbraccio Cara vigor Mellis.

                                                                                                                  Walter Stefanini


Cara Vigor Mellis,
                                     è stata per la Juniores una stagione lunga, difficile, e non senza cadute. Ma nonostante ciò, siamo arrivati al termine della stagione con un buon quinto posto in classifica e con la vittoria della Coppa Disciplina: ed è proprio grazie a questa vittoria che ho avuto la possibilità di rappresentare la società in un viaggio a Bruxelles organizzato dal Comitato Regionale Lazio, insieme a cinque ragazzi provenienti da altre squadre distintesi per correttezza, al Presidente del Comitato Melchiorre Zarelli e a Fiorella e Roberto, altri due rappresentanti del Comitato. Ci è stata data l’opportunità di visitare non solo la città, ed in particolare il Parlamento Europeo, grazie alla presenza dell’onorevole De Angelis, che si è preoccupato di spiegarcene le varie funzioni, ma anche Brugge e Gand, due cittadine molto caratteristiche del Belgio. È stata veramente una bella esperienza, con la quale ho avuto l’onore di portare il nome della Vigor Mellis anche all’estero.
 
Raffaele Iuso